cerca

A Roma sfila la Marcia per la vita. Con Pillon e Forza Nuova

Nella Capitale la manifestazione contro aborto ed eutanasia. Un delegazione di Fratelli d'Italia in piazza con lo striscione “Dio, Patria e famiglia”. E il leghista propone il superamento della legge 194

18 Maggio 2019 alle 22:18

Loading the player...

Sfila a Roma la manifestazione contro aborto ed eutanasia. Gruppi soprattutto cattolici e qualche presenza politica che non è passata inosservata, come quella di una delegazione di Fratelli d'Italia dietro lo striscione “Dio, Patria, Famiglia”; e con Isabella Rauti che ripete come della 194 vadano applicate tutte le sue parti. Più deciso il leghista Simone Pillon, che ne propone un superamento. E, come prevedibile, ancora più netta è Virginia Coda Nunziante, presidente del comitato “Marcia per la vita” che vuole ottenerne una graduale abrogazione. A inizio corteo, la presidente è intervenuta per invitare energicamente la delegazione di Forza Nuova ad ammainare la sua bandiera, come gli organizzatori avevano deciso per tutto i simboli di partito. Risultato ottenuto anche grazie all'intervento di un “mediatore”. 

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • vittoriocolellaalbino

    21 Maggio 2019 - 09:09

    mi ero perso il sereno giudizio di tal Branzanti che, in meno di una riga, riesce ad inanellare una serie di offese molto "democratiche". Complimenti. Giudicare "fanatico" chi manifesta per la vita, paragonandolo ad un criminale nazista, e definire "fetida" l'Alabama è un insuperabile esercizio di virtù democratiche. Cordialità Vittorio Colella Albino

    Report

    Rispondi

  • Bacos50

    19 Maggio 2019 - 11:11

    Quando si parla di aborto è necessaria una premessa. Ricorrere oggi all’aborto in una struttura ospedaliera dovrebbe essere un’eventualità remota, riservata a casi particolari: una farmacia basta e avanza. Oggi, anche i bambini sanno che nessuno nasce sotto i cavoli e quindi chi intraprende una relazione sessuale sa a cosa va incontro e dovrebbe avere ben chiaro se contempla una gravidanza: tutto il resto è conseguenza di quella consapevolezza e oggi ci sono i mezzi per evitare il prevedibile e l’imprevedibile. A mio parere è ingiustificato oltre che intollerabile decidere di abortire a gravidanza inoltrata. Il superamento della 194 è nei fatti, non lo è per i cretini e gli sprovveduti. Qualcuno poi dovrebbe spiegare qual è il senso di esporre lo striscione "Dio, Patria, Famiglia".

    Report

    Rispondi

  • branzanti

    18 Maggio 2019 - 22:10

    Che bella comitiva di fanatici, dove Heydrich incrocia Torquemada. Ma perché non se ne vanno nella fetida Alabama?

    Report

    Rispondi

Servizi