"Sei come la Champions" e altri messaggi da non mandare per San Valentino

Antonio Gurrado

Sono frasi poco gentili, oltre che controproducenti per la relazione. Meno male che l'Italia è il paese dell'amore

E' San Valentino e una vetrina propone questo regalo per l'amata: un cuscino su cui campeggia la scritta "Sei come la Champions". Per quanto possa essere impopolare in una repubblica democratica di analfabeti funzionali, è interessante cercare di cogliere il senso di cotanto messaggio d'amore. "Sei come la Champions", alla lettera, può significare: "Hai delle orecchie enormi", "Durante l'inverno non ci sei mai", "Ti fai guardare da tutti a pagamento", "Sei larga e concava", "Passi di mano in mano a scadenze regolari" o "Riescono a conquistarti soltanto i ricchi". Sono frasi poco gentili, oltre che controproducenti per la relazione. Meno male che l'Italia è il paese dell'amore, una nazione di sentimentali che trasmettono emozioni e non contenuti, un luogo in cui le parole (dalle canzoni alle tribune politiche) non hanno mai senso compiuto ma solo decorativo; altrimenti sapete dove ve lo ficcherebbe quel cuscino, l'amata? Se poi volete andare sul sicuro ed evitare le insidie della comunicazione verbale, la stessa vetrina propone il cuscino a forma di cacca con gli occhi a cuoricino.

Di più su questi argomenti: