Il problema dell'insostenibilità del welfare sono gli anziani?

Il ministro svedese Annika Strandhäll ha dichiarato che l’aumento delle spese nell’assistenza sanitaria non deriva dalle cure da prestare al crescente numero di immigrati ma da quelle riservate al numero di persone di una certa età

30 Aprile 2018 alle 15:22

Il problema dell'insostenibilità del welfare sono gli anziani?

Foto di Jaka Ostrovršnik via Flickr

In effetti, la soluzione potrebbe essere negare il permesso di soggiorno agli anziani. Gente che capisce lo svedese mi ha segnalato un’intervista all’Aftonbladet in cui il ministro del welfare Annika Strandhäll ha dichiarato che l’insostenibilità delle spese nell’assistenza sanitaria svedese non deriva dalle cure da prestare al crescente numero di immigrati ma da quelle riservate al crescente numero di persone di una certa età. Il guaio dunque non è che la gente insista per entrare in Svezia quanto che la gente insista per invecchiarci. Forse perché si occupa non solo di ospedali ma anche di poveri, disabili, bambini, sport e pari opportunità, il ministro Strandhäll dev’essere andato in confusione e non ha considerato le implicazioni delle proprie parole. Se la logica non inganna, delle due l’una: o si smette di aprire i confini agli immigrati per poter garantire una serena vecchiaia agli svedesi, oppure nel prossimo piano di accoglienza e integrazione si mette al primo punto l’eutanasia su vasta scala.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • manfredik

    01 Maggio 2018 - 07:07

    Lei ci scherza, e, forse, dal suo punto di vista fa bene, ma ormai la maggior parte dei costi della medicina generale delle Aziende Sanitarie è sostenuta a favore di un numero crescente di anziani che hanno superato gli 80 o i 90. Io non so se la soluzione consista solo nell'applicazione dell'eutanasia di massa, ma il problema esiste, e sta assumendo dimensioni sempre più rilevanti.

    Report

    Rispondi

Servizi