Tutto promette di andar meglio del previsto

Andrea Marcenaro

Renzi è finalmente fuori. Pigi Battista (la Juve si rifarà), con Paolo Mieli, offre buoni consigli quotidiani per superare l’impasse populista che promossero entrambi, certo senza volerlo, con la quisquilia della Casta

Forza Italia ha battuto Salvini in Molise, cioè: s’è perso col rock e col jazz, ma sbaragliato il campo con le zampogne. Il governo può toccare a Fico invece che a Di Maio, che comunque è un passo avanti. Tiene il Pd, segno che il futuro si potrà affrontare, discutibilmente, però in armonia con la tradizione dell’Italia pensionata. Di Matteo vince solo in prima istanza. La politica perde solo in sesta. Chissà se i giudici le concederanno un quinto posto domani. Tutto promette di andar meglio del previsto. Renzi è finalmente fuori. Pigi Battista (la Juve si rifarà), con Paolo Mieli, offre buoni consigli quotidiani per superare l’impasse populista che promossero entrambi, certo senza volerlo, con la quisquilia della Casta. E vedrete prima o poi, Olimpiadi o meno, che due persone sensibili come loro verranno a capo della cosa. Stay tuned, quindi, che la tigre è di carta e per il suicidio c’è sempre tempo.

 


 

Questa articola è stata modificata alle 17:34 del 24 aprile per correggere la versione originale – su segnalazione di un lettore che ringraziamo – dove si affermava erroneamente che Forza Italia aveva battuto Salvini in Abruzzo. 

Di più su questi argomenti:
  • Andrea Marcenaro
  • E' nato a Genova il 18 luglio 1947. E’ giornalista di Panorama, collabora con Il Foglio. Suo papà era di sinistra, sua mamma di sinistra, suo fratello è di sinistra, sua moglie è di sinistra, suo figlio è di sinistra, sua nuora è di sinistra, i suoi consuoceri sono di sinistra, i cognati tutti di sinistra, di sinistra anche la ex cognata. Qualcosa doveva pur fare. Punta sulla nipotina, per ora in casa gli ripetono di continuo che ha torto. Aggiungono, ogni tanto, che è pure prepotente. Il prepotente desiderava tanto un cane. Ha avuto due gatti.