Erba sintetica

Alberto Brambilla

Le linee tranviarie rivestite di verde sono un investimento di lungo termine. Riducono il rumore e non serve manutenzione

Tre anni fa la municipalità di Tolosa in Francia ha completato l’installazione di 4.000 m² di erba sintetica sulla linea tranviaria, come già altre città europee. Non servono fondamenta (come con l’erba naturale). E’ un investimento di lungo termine (il manto dura 10-15 anni) non solo estetico: riduce il rumore e non serve manutenzione (giardinaggio, irrigazione, fertilizzanti ecc.). Ricoprire i 31 km di tranvie romane è ambizioso, ma si può iniziare dal centro.

Di più su questi argomenti:
  • Alberto Brambilla
  • Nato a Milano il 27 settembre 1985, ha iniziato a scrivere vent'anni dopo durante gli studi di Scienze politiche. Smettere è impensabile. Una parentesi di libri, arte e politica locale con i primi post online. Poi, la passione per l'economia e gli intrecci - non sempre scontati - con la società, al limite della "freak economy". Prima di diventare praticante al Foglio nell'autunno 2012, dopo una collaborazione durata due anni, ha lavorato con Class Cnbc, Il Riformista, l'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) e il settimanale d'inchiesta L'Espresso. Ha vinto il premio giornalistico State Street Institutional Press Awards 2013 come giornalista dell'anno nella categoria "giovani talenti" con un'inchiesta sul Monte dei Paschi di Siena.