cerca

Meglio dello spray al peperoncino

“L’idea di Midifendo segue la legge italiana sulla legittima difesa”, spiega il cofondatore della start up che vende la pistola con il liquido urticante, brevettato per l'autodifesa

22 Novembre 2018 alle 06:00

Meglio dello spray al peperoncino

Foto MacDill Air Force Base

Alle volte c’è bisogno di autodifendersi e farlo in maniera corretta può non sembrare banale. Come in molti altri casi, la prevenzione ha un ruolo importante e questa start up ne ha fatto la base della sua idea.

  

Midifendo.it è uno spin-off di un’agenzia di marketing che ha preso ispirazione dal trend dell’autodifesa. E’ presente da un anno sul mercato con una selezionata gamma di prodotti, le pistole al peperoncino Piexon di una società svizzera.

  

Questa pistola di particolarità ne ha molte rispetto al semplice spray al peperoncino. Il liquido all’interno è brevettato: consistente, è cayenne naturale ad alta concentrazione, il doppio della quantità che è presente solitamente negli spray. Questo provoca una reazione immediata. Tempo due, quattro secondi e non si riesce ad aprire gli occhi, con l’aggressore messo così al tappeto per quarantacinque-sessanta minuti. Ma non è tutto qui: la pistola ha un innesco pirotecnico e spara il liquido rosso piccante alla velocità di 180 chilometri orari nel modello base, per arrivare a 430 nel modello più professionale. Il sistema d’innesco permette una maggior emanazione del liquido a una maggiore compressione. Essendo poi quasi un gel non c’è il problema della nebulizzazione dello spray: la pistola può essere usata anche in ambienti chiusi senza arrecare fastidio ai presenti. L’efficacia è garantita anche in caso di pioggia e vento. L’impugnatura è quella di una pistola, consentendo così una presa più sicura e la precisione nel colpire il bersaglio, evitando il rischio di spruzzarselo addosso nella fretta. La pistola può essere impugnata sia con la mano destra sia con la sinistra ed è composta per lo più da plastica, che la rende leggera e facilmente manovrabile. Pesa circa cento grammi.

  

 

“L’idea di Midifendo segue la legge italiana sulla legittima difesa che permette di fare il tutto il possibile per mettersi al sicuro così da potersi allontanare dal pericolo”, spiega Gionata Lenzi, cofondatore della start up con alle spalle una carriera di carabiniere. E proprio per seguire anche la legge italiana, la pistola è stata modificata per rispettare la distanza dei tre metri necessari per fermare l’aggressore.

  

L’obiettivo di Lenzi è quello di integrare la pistola con altri prodotti per la difesa, selezionandone di nuovi, moderni e focalizzati per la difesa non letale. Infatti, la vera difesa per Midifendo è la prevenzione. Il blog della società è ricco di articoli nei quali si danno informazioni su come difendersi. Anche da un cane, ad esempio. Tanti, poi, i consigli sulla sicurezza quando si viaggia (anche su come scegliere il giusto posto dove fermare il camper in vacanza), quando ci si trova all’interno del proprio veicolo, quando si va a praticare jogging. E, naturalmente, in caso di furto in casa.

  

E’ a disposizione anche un numero verde che risponde a esigenze commerciali e fornisce informazioni su cosa fare in determinate situazioni. C’è anche una partnership sportiva con la Midifendo Academy.

  

La conoscenza di quello che si può fare per prevenire e difendersi è un’esigenza che si sente sempre di più. La propensione all’autodifesa quando si subisce un furto è doppia in un cittadino romano (10,94) rispetto a un milanese (5,46), secondo i dati di Midifendo.it, sviluppati incrociando i dati Istat su popolazione e furti e i database della start up per numero di pistole vendute ogni provincia.

 

Tra gli accessori che si possono trovare online ci sono anche clip laser e fondine. In futuro, troveremo borse con tasche nascoste che agevoleranno l’estrazione immediata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi