Sarri promette: "Non smetto di fumare se vinco lo scudetto". Olè!

11 Gennaio 2016 alle 19:00

Sarri promette: "Non smetto di fumare se vinco lo scudetto". Olè!
Se il Napoli vincerà lo scudetto, Maradona ha promesso che planerà sulla città con il suo elicottero. Il vice di San Gennaro non teme l’ammaraggio (noi ci speriamo: soffriamo l’astinenza dalle gag di Benny Hill), né la Juve, né l'insondabile padrone del calcio (cioè il culo) e si prepara a festeggiare, se pure in largo anticipo. Maurizio Sarri, invece, che di fare l’eroe per un giorno o per una stagione (nello specifico, l'inverno) non s’accontenta, poiché punta a diventare campione, non promette null’altro che concentrazione, lavori forzati, paliatoni. E visto che non si ripara in un loden, ma al massimo in un cappellino yankee, possiamo fidarci: la sua non è austerity. E nemmeno immodestia. E nemmeno rigorismo calvinista: “Non smetterò di fumare nemmeno se vinciamo lo scudetto”, ha dichiarato. Se continua così, i nostri cuori mercenari sfavilleranno nel celeste napoletano fino a maggio (rifletteremo sulla possibilità di regalare un biglietto del treno a Maradona: la tutela paesaggistica del Golfo di Napoli ci richiama al civismo).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi