cerca

Il tasso di disinteresse

Da anni i rendimenti sono negativi

28 Marzo 2019 alle 07:56

Potremmo gingillarci per ore a chiederci se venga prima l'uovo dei tassi sottoterra o la gallina del debito globale che ha superato il 250 per cento del pil. Ciò che conta è che i tassi reali di lungo termine siano negativi ormai da parecchi anni. E quindi che i creditori sembra siano rassegnati all'idea di pagare purché qualcuno prenda a prestito. I debitori non si fanno pregare, ovviamente. Il problema è dove ci condurrà questa rivoluzione che mina le fondamenta psicologiche, prima ancora che economiche, del capitalismo. E' presto per dirlo. Tuttavia quando il denaro si da via per meno di niente vuol dire che non è più l'interesse a far profitto a orientare le scelte economiche, ma qualcos'altro. E non è affatto detto che questo qualcos'altro sia un principio migliore. Per secoli l'economia è cresciuta misurandosi con tassi di interesse anche elevati, che in qualche modo rappresentavano il desiderio di affari dei capitalisti. Quest'epoca è tramontata. Oggi si misura il tasso di disinteresse.

Maurizio Sgroi

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    30 Marzo 2019 - 17:05

    L'uovo e la gallina... Simpatico neologismo ma poco veritiero in realtà. Non esiste un uovo mondiale e non esiste una gallina mondiale. Esiste invece un uovo degli Stati Uniti ed una gallina francese, un uovo italiano ed una gallina tedesca... e naturalmente una gallina europea. E mi spingo oltre In realtà non esiste neanche un debito mondiale. Esistono, purtroppo (ne sappiamo noi italiani qualcosa) nazioni con un debito mtroppo alto e nazioni con un debito sano e persino con pochissimo debito (e queste ultime in genere sono quelle che stanno peggio). Per farla breve, le nazioni che hanno un debito pubblico fra il 60 e l'80% del PIL e un PIL in crescita moderata ma costante sono quelle che stanno meglio di tutte, le più sane, che se fossero delle ragazze potrei definire quelle economicamente più belle. Purtroppo non sono tante ma comunque ce ne sono. La nostra bella Italia purtroppo non è economicamente bella e vista la situazione non lo sarà per molto tempo ancora.

    Report

    Rispondi

Servizi