cerca

lettere

L’occasione di una classe dirigente di farsi in quattro per il paese

Al direttore - Mi chiamo Marco Giordani e sono un manager italiano che vive e lavora a Milano. Accolgo con piacere lo spunto di Luca di Montezemolo sull’importanza di “lavorare al dopo” di cui avete dato conto sul Foglio di ieri. L’ho percepita come un’autentica chiamata alle armi in cui ognuno di noi, diciamo classe dirigente del paese, deve avere il coraggio di mettere a disposizione le proprie ...

28/03/20

lettere

Il manifesto di Draghi è un perfetto programma di governo. Ci scrivono Marattin e Magi

Al direttore - Giuseppe De Filippi Al direttore - Come ha ricordato Mario Draghi sul Financial Times, abbiamo ormai una certezza: il debito pubblico dovrà passare come un gigantesco aspirapolvere a pulire tutte le scorie di questo enorme choc. Ma la vera questione – su cui sono possibili diversi scenari – è a quale costo potremo continuare a emettere debito sui mercati internazionali dei capitali....

27/03/20

lettere

I Churchill dopo la Seconda guerra mondiale. Idee per il dopo

Al direttore - Giuseppe De Filippi    Al direttore - Siamo in guerra. L’anomalia di questa guerra è che il nemico è visibile solo al microscopio. Il dramma di questa guerra è che non si può chiedere un armistizio. L’augurio per questa guerra è che dopo Caporetto venga Vittorio Veneto. E il bollettino della vittoria sarà firmato da un Diaz che non indossa una divisa grigioverde ma un camice bianco....

26/03/20

La privacy violata? Amen. Il presupposto della libertà è la vita

Al direttore - Avviata collaborazione con opposizione, si diffonderanno bozze tendenziose una volta per uno. Giuseppe De Filippi     Al direttore - E se nelle vertiginose metamorfosi dei moduli di autocertificazione ci fosse lo zampino dei produttori di carta? (sindrome del complotto). Michele Magno   Sento in giro molte lamentele e vedo in giro molti volti imbronciati per via delle nostre ...

25/03/20

lettere al direttore

Non giochiamo con le parole. Si muore per il coronavirus, non con il coronavirus

Al direttore - Europa ok, adesso via alla battaglia per rimettere il Patto di stabilità. Giuseppe De Filippi A proposito di irresponsabilità, che in questo caso è un termine che si abbina bene ai nemici dell’Europa. Le immagini delle fughe immotivate dalle città, descritte da molto come testimonianza della nostra irresponsabilità, sembrano suggerire che gli italiani siano un popolo osceno pronto ...

24/03/20

lettere al direttore

Far lavorare il Parlamento da casa: bravo Sassoli. Tv e virus: anche i cialtroni a casa, grazie

Al direttore - Promesso, non scherziamo più sul Milleproroghe Giuseppe De Filippi   Al direttore - Al di là della decisione di chiudere le chiese – a Roma poi parzialmente rientrata, ciò che ha consentito a molti fedeli (tra cui il sottoscritto) di poter accedere regolarmente alla comunione sacramentale grazie allo zelo di quei parroci che sanno dare a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che ...

20/03/20

lettere al direttore

Lagarde verso Pomigliano. Mingardi sul fissato liberista (con risposta). Più Fabio Fazio per Sorge

Al direttore - Tra un po’ la Lagarde dovrà prendere residenza a Pomigliano e suonare il mandolino per dare un segnale di sostegno all’Italia credibile. Giuseppe De Filippi   Al direttore - Noi che abbiamo amato il Foglio da quando era in fasce, che cerchiamo di non mancarne mai una copia, noi che non ci perdiamo mai una puntata di Propaganda Live (tranne quando fra gli invitati c’è Lirio Abbate), ...

19/03/20

Cobas vs coronavirus è uno scontro da Avenger. God bless Cav.

Al direttore - Fontana, mi consenta. Giuseppe De Filippi     Al direttore - “Tom Hanks dimesso dall’ospedale” prima notizia del mattino letta tipo “gli alleati sono sbarcati in Sicilia”. Andrea Minuz     Al direttore - Da bastardi a eroi il passo è breve: basta una breve sequenza chimica, un virus, a cambiare completamente prospettiva. L’ultima aggressione in un pronto soccorso è solo di qualche ...

18/03/20

lettere al direttore

Decreto salvo tampone. Ragioni per essere orgogliosi secondo Pardo

Al direttore - Decreto approvato salvo tampone. Giuseppe De Filippi E salvo abbracci.    Al direttore - L’angoscia che continuamente ci arriva dai bollettini medici è asfissiante. Ma stamattina mi sono svegliato con un piccolo, orgoglioso, ingiustificato senso di speranza (forse merito del sole pazzesco che vedo di fronte a me). Ho pensato che dopo questo enorme dolore e gigantesco spavento la ...

17/03/20

lettere al direttore

Chiudere tutto il possibile, merci. Cacciare il capo del Dap, please

Al direttore - Trump: non sia un test (tampone) politico. Giuseppe De Filippi   Al direttore - Sul Covid-19 l’Eliseo ha deciso una misura che sembra essere un controsenso: chiudere scuole e università, ma far comunque celebrare le elezioni amministrative il prossimo fine settimana. Un altro errore, secondo quanti guardano a ciò che è accaduto in Italia, perché in quel modo si rischia di fare un ...

14/03/20

Lezioni dal virus: ai despoti non si danno le chiavi del mondo

Al direttore - Tutti a casa e non buttate le chiavi Giuseppe De Filippi   Al direttore - Primum vivere deinde philosophari: questa è l’ora dell’obbedienza e della disciplina (anche intellettuale), non delle polemiche ad mentula canis. Giuseppi ce la sta mettendo tutta, e merita il sostegno dei cittadini. C’è solo una cosa che non riesco a mandare giù: l’ammirazione, servile quanto ipocrita, delle ...

13/03/20

Viva la Francia che sceglie di non premiare chi compra omeopatici

Al direttore - Giuseppe De Filippi     Al direttore - Caro Cerasa, mi chiamo Francesco, sono un dottore in Medicina e Chirurgia laureato da sei mesi all’Università di Pisa. Oggi sono sul divano. In questo momento di emergenza sanitaria sono sul divano. E come me altri 5.700 colleghi. Perché? Assurdo penserete. Semplice: sono un dottore ma non un medico. Vorrei rendermi utile, aiutare il mio paese,...

12/03/20

lettere al direttore

Proviamo a dare il buon esempio: il Foglio da oggi lavora da casa

Al direttore - Giuseppe De Filippi  Al direttore - “Questa è la storia di quattro persone, chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno. C’era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto. Ciascuno avrebbe potuto farlo, ma Nessuno lo fece. Finì che Ognuno incolpò Qualcuno perché Nessuno fece ciò che Ciascuno avrebbe potuto fare”. L’anonimo autore della boutade è ...

11/03/20

lettere al direttore

Spiegare agli italiani la differenza tra una quarantena e una vacanza

Al direttore - Ricordatevi che Churchill almeno non aveva Di Maio a scocciare. Giuseppe De Filippi  Al direttore - Mentre il vortice coronavirus travolge l’Italia e l’attività istituzionale, c’è chi chiede al governo di trarre una lezione da questa crisi, di trasformarla nell’opportunità di dare una svolta alla stagnante situazione economico-occupazionale del paese. Sono le fasce più deboli del ...

10/03/20

lettere al direttore

Facite ammuchina! Salvini e l’irreversibilità del suo essere sciacallo

Al direttore - Ma è nei momenti di difficoltà che l'Italia tira fuori il meglio: sciopero generale il 9 marzo indetto dai Cobas. Andrea Minuz      Al direttore - Visto come ci stanno trattando, Giggino nostro pare sia intenzionato a varare nuove linee-guida per tutte le sedi diplomatiche italiane all’estero: “Facite ammuchina”. Luca Del Pozzo Vairy good!    Al direttore - Nel suo saggio “La ...

07/03/20

Multimedia

Servizi