cerca

lettere al direttore

Le scissioni e il bluff dell’unità. Ci scrive il ministro Provenzano

Al direttore - Italia viva, Conte vivacchia. Giuseppe De Filippi   Al direttore - Mi permetto di scriverle per smentire una fake news diffusa ieri sul mio conto dall’onorevole Marattin. Sul suo giornale, caro direttore, in questi mesi ho letto su di me numerose inesattezze. Lei mi ha definito corbynista, altri hanno detto che non sarei un riformista in quanto critico del Jobs Act, che non credevo ...

18/09/19

Trasformismi chi? Che rischio è avere un governo per l’Europa

Al direttore - Quindi ora di Maio è alleato pure proprio col partito di Renzi? Giuseppe De Filippi     Al direttore - Lei afferma che “i paesi in cui si può esercitare il trasformismo sono quelli in cui è possibile esercitare la libertà”. Converrà che la frase appaia un po’ eccessiva considerato, tra l’altro, che il trasformismo è fenomeno così italiano che non ne esiste traduzione in alcuna ...

17/09/19

lettere al direttore

Il trasformismo tra Carducci e Croce. Idee, polemiche, elogi

Al direttore - Caro Cerasa, io la penso come l’autore di quelle “Rime nuove” che pure mi hanno torturato sui banchi di scuola: “Trasformismo, brutta parola a cosa più brutta. Trasformarsi da sinistri a destri senza però diventare destri e non però rimanendo sinistri. Come nel cerchio dantesco dei ladri non essere più uomini e non essere ancora serpenti; ma rettili sì, e rettili mostruosi…”. ...

14/09/19

lettere al direttore

I flop dei progetti costituenti. Come si neutralizza un avversario?

Al direttore - Regionali assieme: umbro vale umbro. Giuseppe De Filippi     Al direttore - Ora ci prova il premier Bis-Conte, ma da D’Alema a Berlusconi, da Cossiga a Napolitano fino a Renzi, i progetti “costituenti” non hanno mai portato molta fortuna a chi li ha coltivati. Lo stesso si può dire per quelle riforme elettorali, dal Porcellum al Rosatellum, concepite anzitutto per tagliare le ...

13/09/19

lettere al direttore

E’ dura, ma dura. L’Europa intanto scopre l’Ursulellum

Al direttore - Da maggioritario a proporzionale: per i migranti. Giuseppe De Filippi Ursulellum!   Al direttore - Ricapitolando: è il governo più a sinistra della storia umana, un incrocio tra Allende e Castro; è il governo più ligio alle regole europee, una specie di Monti bis; ma è anche il governo a cui il senatore Paragone rifiuta la fiducia perché, dice, lui è un guerriero “contro il ...

12/09/19

lettere al direttore

Il sogno non è questo governo ma è avere Salvini lontano dal governo

Al direttore - Opposizioni? Pochette. Giuseppe De Filippi   Al direttore - Caro Cerasa, la Lagarde, prossima presidente della Bce, prima di voler fare dell’Istituto la casa del popolo europeo, se effettivamente è questo che ella pensa, come si scrive in un editoriale del Foglio del 10 corrente, dovrà porsi l’obiettivo di portare l’inflazione al prescritto target “intorno ma sotto il 2 per cento” ...

11/09/19

lettere al direttore

W il maggioritario francese. W il proporzionale contro il maggioritario farlocco

Al direttore - Elezioni subito! (Per il seggio che lascia Gentiloni). Giuseppe De Filippi   Al direttore - Non trovo convincente l’indicazione di Paolo Gentiloni a commissario europeo. Non metto in discussione i titoli conquistati sul campo negli ultimi anni da Paolo. Ma invito a riflettere. L’Italia è scossa da una lotta politica spietata. Incombono rischi di nuove lacerazioni. Occorrono gesti ...

10/09/19

La sciocchezza della Dc e del compromesso storico (stoico, al massimo)

Al direttore - Di Maio riunisce il governo in esilio? Giuseppe De Filippi Ministri riuniti alla Farnesina. E chi si crede di essere? Il ministro dell’Interno     Al direttore - Caro Cerasa, i giornali traboccano di azzardati paralleli storici secondo cui questo governo sarebbe “democristiano”. Mi permetto di obiettare. Non basta mediare, non basta barcamenarsi, non basta conciliare cose ...

07/09/19

Di Maio ministro come il cavallo di Caligola. Saranno tre anni bellissimi

Al direttore - Neanche l’autopsia basta perché per il Manette Daily il caso di Imane Fadil non è chiuso ma “quasi chiuso”. Insomma da quelle parti non hanno perso del tutto la speranza che regga il paragone con il caso di Giacomo Matteotti. Frank Cimini   Al direttore - E’ vero: noi “votosubitisti” (copyright Giuliano Ferrara) rischiamo di diventare la parodia dell’ultimo dei giapponesi. Non ...

06/09/19

Gran giorno: la liberazione dal nazionalismo. Tenerlo lontano a lungo

Al direttore - Di Maio: We have abolished poverty. Alessio Viola     Al direttore - Renzi ha già spostato il terreno di riflessione. Mentre seguaci ed estimatori del Renzi ultimo (io resto tra gli ammiratori del penultimo, quello di un mese fa) si affannano a magnificarne le ultimissime mosse tattiche (“lui non ne sbaglia mai una” è il coro), Renzi ha sibillinamente ma logicamente affermato: la ...

05/09/19

La democrazia diretta dall’uomo sòla al comando. Farnesina a Gigi!

Al direttore - Vabbè ora la piattaforma digitale del Pd, come si doveva chiamare?, si può anche non fare di più. Giuseppe De Filippi   Al direttore - La democrazia digitale è molto oltre una boiata pazzesca. Il baco genetico è culturale/politico. Il ginevrino, “che aveva il mondo in gran dispitto” che, come osservò Madame de Staël, “brucia tutto quello che tocca”, partorì il mostro ...

04/09/19

I voti, il Cav. e la vicinanza al partito del Tutto Tranne Salvini

Al direttore - Rispetto alla disfatta politica provocata da Salvini, dall’essenza stessa della strategia sovranista Berlusconi ha preso nettamente le distanze sia riproponendo la sua linea liberale europeista che ha per riferimento il Ppe sia prendendo le distanze dalle iniziative più estemporanee e radicali di Salvini e della Meloni. Nei prossimi giorni sapremo se si farà il governo e se fra i ...

03/09/19

lettere al direttore

Salvini e la sindrome Scurati. Diffidare dei politici con troppe certezze

Al direttore - Mi convinco sempre più di essere un uomo d’altri tempi se, malgrado decenni di impegno e responsabilità politiche, non mi capacito di alcune posizioni espresse nel corso della crisi di governo. Adriano Sofri sostiene, lo fa seriamente come è suo costume, che Zingaretti avrebbe dovuto proporre subito, e farne una condizione per l’accordo con i grillini Giuseppe Conte presidente del ...

31/08/19

lettere al direttore

Guarda Londra e ti tornerà il buon umore. Ma quanto è pulita Roma?

Al direttore - Viminale ormai è cavallo scosso, come la Selva al Palio. Sandro Veronesi   Al direttore - Caro Cerasa, sapeva Lei che nell’antica terra d’Inghilterra che, a detta di molti, vanta la costituzione più bella del mondo è concesso al premier di chiudere per un tempo indeterminato la Camera dei Comuni sospendendo i lavori che prevedevano un dibattito così importante come la Brexit e ...

30/08/19

lettere al direttore

Di Maio non sa quel che fa, Salvini sì. Dare a Renzi ciò che è di Renzi

Al direttore - Calenda: pienotti poteri! Giuseppe De Filippi   Al direttore - Durante queste convulse trattative per il governo mi sembra che nessuno sottolinei abbastanza che il problema del Pd nel medio periodo è uno e uno soltanto: l’assenza di un uomo forte. Se le cose andranno bene, infatti, chi racconterà i meriti dem al paese e chi capitalizzerà il consenso politico? Se le cose andranno ...

29/08/19

Multimedia

Servizi