Qual è lo stipendio dei pezzi grossi della Rai? Tra poco le risposte

I pezzi grossi della Rai sono molto agitati. Infatti lunedì prossimo, 25 luglio, per effetto della nuova legge che ha dato i superpoteri al direttore generale Campo Dall’Orto, saranno resi noti tutti gli stipendi dei giornalisti e dei dirigenti Rai che superano il famoso tetto dei 240 mila euro. E pare siano proprio tanti.

22 Luglio 2016 alle 06:16

Qual è lo stipendio dei pezzi grossi della Rai? Tra poco le risposte

Daria Bignardi (foto LaPresse)

I pezzi grossi della Rai sono molto agitati. Infatti lunedì prossimo, 25 luglio, per effetto della nuova legge che ha dato i superpoteri al direttore generale Campo Dall’Orto, saranno resi noti tutti gli stipendi dei giornalisti e dei dirigenti Rai che superano il famoso tetto dei 240 mila euro. E pare siano proprio tanti. Se per esempio è abbastanza noto che il dg prenda circa 650 mila euro l’anno (tanto, ma molto meno dei pari grado di altre aziende pubbliche o para pubbliche: chi guida Eni e Enel prende rispettivamente 4 e 3 milioni, e quelli di poste e Poste e Ferrovie stanno sopra il milione), c’è molta curiosità per sapere quanto guadagnano Daria Bignardi a RaiTre, Mario Orfeo al Tg1 o Bianca Berlinguer al Tg3. E poi c’è tutta la partita degli ex big che però hanno mantenuto stipendi da favola: quanto prendono Mauro Mazza (pluridirettore) o Andrea Vianello (ex direttore di RaiTre e sopratutto per fare cosa?). Tra poco tutte queste domande  avranno una risposta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi