cerca

In attesa del viaggio su Marte, guardate la luna rossa

Occhi al cielo e bando agli oroscopi per l’eclissi più lunga del secolo

27 Luglio 2018 alle 06:11

In attesa del viaggio su Marte, guardate la luna rossa

Foto LaPresse

L’estate italiana del 2018 la ricorderemo per molto tempo. Non bastava il titolone che riecheggia ormai nell’eternità “CR7 il colpo del secolo”. No. Oggi il cielo propone il menù lunare più interessante degli ultimi anni: “L’eclissi lunare più lunga del secolo”. In molti si chiederanno: “Ma ogni anno si verifica un eclissi del secolo?”. In effetti potrebbe sembrare un evento ripetitivo e annoiante. Ma non lo è. Quest’anno sarà diversa. Finalmente il fenomeno sarà visibile in Italia, durerà tantissimo e avverrà con la Luna piena: una coincidenza astronomica.

  

Centotrè saranno i minuti in cui la luna sarà completamente eclissata: il fenomeno dall’entrata all’uscita del cono d’ombra durerà quasi quattro ore. Per l’Italia si parte dalla più orientale Otranto, dove la Luna sorgerà alle 19.56 mentre a Torino bisognerà attendere le 20.54 per vederla bassa all’orizzonte. In ogni caso – ovunque voi siate – dalle 22 in poi ci sarà il massimo dell’eclissi. La Luna non scomparirà del tutto ma apparirà di un colore rosso (blood moon) perché l’atmosfera terrestre funziona come The Dark side of the Moon dei Pink Floyd ma al contrario: invece della luce bianca l’atmosfera terrestre lascia passare solo la componente rossa dei raggi solari. La componente rossa è alla base dello stesso fenomeno per cui al tramonto (e all’alba) il sole ci appare molto più rosso del solito. E mentre domani tutti i social network saranno pieni di immagini di eclissi lunari, per una sera al campo centrale dell’universo ci gioca la Luna. E non è mica finita con il rosso.

  

Per tutto il mese di luglio Marte è stato ben visibile nel cielo italiano. Guardatelo bene perché l’uomo ci metterà piede molto presto e per i nostri figli sarà un evento memorabile come per i nostri genitori è stato lo sbarco sulla Luna. Proprio ieri è stato dato l’annuncio definitivo (annuncio che – come per le eclissi – si ripete di anno in anno) della presenza di acqua salata allo stato liquido nel sottosuolo marziano: sapore di sale, sapore di Marte. Nella fase centrale dell’eclissi il pianeta Marte sarà più in basso a destra rispetto alla Luna. E poi c’è anche una buona notizia per chi crede agli oroscopi: non dovete credere agli oroscopi. Questi eventi astronomici – in passato – erano visti come un presagio negativo alla condotta dei sovrani e alle conseguenze sul popolo. Tranquilli, nessuna psicosi, perché peggio di così non può andare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi