Foto LaPresse 

preghiera

La tigna è il segreto di Fusaro

Camillo Langone

Emette un tweet all'ora o forse al minuto. Tuona contro lo stesso nemico tutto il giorno, tutti i giorni, senza mai un dubbio, una sfumatura, una pausa. E' da invidiare: la monotonia è una forza

Riuscissi a seguire il metodo Fusaro. Qual è il segreto del suo successo? Credo la tigna. La nenia. L’instancabile reiterazione. Il prendersi così tanto sul serio. Io sono d’accordo con Fusaro su molte cose (in primis la battaglia contro l’utero in affitto). Sono in disaccordo su alcune altre (ad esempio l’antivaccinismo). Sulla sua infatuazione per Antonio Gramsci non vorrei nemmeno pronunciarmi, somiglia per l’appunto a un’infatuazione adolescenziale… Lo ammiro per l’autopromozione perenne: diuturnamente posta i suoi libri, gli inviti alle sue cene letterarie (letterarie?), gli appelli a iscriversi al suo movimento (“Ancora Italia”), ad abbonarsi al suo fan club: con soli 4,99 euri puoi avere “contenuti extra e la possibilità di comunicare in tempo reale con Diego Fusaro in un gruppo riservato”. Emette un tweet all’ora o forse al minuto, fatalmente ripetendosi ma tanto nessuno ricorda niente. Lo invidio perché la monotonia è una forza. Io sono debole perché innamorato della varietà. “Langone polytropos” mi ha definito Flavio Cuniberto, ed è un complimento e una condanna: in un mondo manicheo bisogna indossare una maschera, ricoprire un unico ruolo. Riuscissi a seguire il metodo Fusaro, a tuonare contro lo stesso nemico tutto il giorno e tutti i giorni, senza mai un dubbio, una digressione, una sfumatura, una pausa.

Di più su questi argomenti:
  • Camillo Langone
  • Vive a Parma. Scrive sui giornali e pubblica libri: l'ultimo è "Eccellenti pittori. Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare e collezionare" (Marsilio).