cerca

Il Duomo di Milano che tende all’infinito, piuttosto che somigliare a Piazza Marrakech

Il grande dipinto di Davide Frisoni, che alza lo sguardo e trova le stelle

9 Aprile 2019 alle 06:04

Perfino sul sagrato di tutte le sconsacrazioni, nella piazza di tutte le profanazioni (monumenti a re anticattolici, preghiere maomettane, turisti, piccioni, e adesso la sculturona oscena di Gaetano Pesce), un uomo è libero di scegliere: quando tanti guardano in basso, dove non ci può essere che guano, Davide Frisoni alza lo sguardo e trova le stelle. “Tutto il Duomo punta in alto come una montagna. Ha un’unica direzione, una tensione all’infinito. Non potevo tirarmi indietro da questa sfida, da questa ascesi di luce”. Si intitola appunto “Ascesi di luce” il grande quadro dipinto da Frisoni che capovolge la milanese Piazza del Duomo: da spianata desolata che fa scappare le persone sensibili (Enrico Baj la chiamava Piazza Marrakech, Luca Doninelli ha scritto di “mediorientale estraneità, no man’s land”) a formidabile Stairway to Heaven. Si noti come la scultura di Pesce sprofondi nel pantano della cronaca mentre la pittura di Frisoni, invece, decolla.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carloalberto

    11 Aprile 2019 - 15:03

    Vittorio Emanuele II non era "anticattolico": ascoltava la Messa tutti i giorni, come si usava nelle antiche monarchie. Molti suoi ministri seguirono una politica antiecclesiastica. La vita privata del re era disinvolta, diciamo così. L'espropriazione dei beni ecclesiastici e del dominio temporale dei papi gli valse la scomunica papale e l'antipatia di molto clero. Ma ciò non equivale a definire un re "anticattolico", dato che non mise mai in dubbio la verità religiosa. Era molto più anticattolico il vostro amato Giuseppe II d'Asburgo (che però non viene citato mai dai cosiddetti tradizionalisti, dato che costoro sono fissati su quanto fosse bella l'Austria asburgica - coi risultati che vediamo oggi).

    Report

    Rispondi

  • Dario

    Dario

    09 Aprile 2019 - 12:12

    C'era già una celebre raffigurazione stilizzata del duomo di Milano in forme dolomitiche di Dino Buzzati.

    Report

    Rispondi

Servizi