Viale Mazzini

La Rai ha come simbolo il cavallo ma riesce a perdere il Palio di Siena

Carmelo Caruso

Per la seconda volta nella storia, la tv di stato perde i diritti. Li vince La7 e il Corriere ne da notizia con sberleffo. È tra le più grandi manifestazioni italiane. Servizio pubblico?

Sanno trattare con i partiti ma non sanno negoziare con i fantini. Qual è uno dei più grandi eventi italiani, conosciuti in tutti il mondo? E’ senza dubbio il Palio di Siena e la dirigenza Rai è riuscita a perderlo per la seconda volta nella storia. La prima volta nel 1995 a favore di Mediaset, la seconda quest’anno. Se lo è aggiudicato, dopo trattativa, La7. La notizia l’ha data Il Corriere della Sera che fa parte del gruppo Cairo così come La7. In questo caso il catenaccio dell’articolo vale l’articolo. Soddisfatti, al Corriere, hanno praticato lo sberleffo: “Il 2 luglio il collegamento senza interruzioni”. Si riferivano chiaramente alla vicenda della campionessa Benedetta Pilato la cui vittoria è stata interrotta sul più bello da Rai 2. L’accordo è stato siglato per quattro anni e per 540 mila euro. Chi se non la Rai avrebbe dovuto trasmetterlo? Esiste una testata giornalistica ad hoc. Si chiama Rai Sport. Intorno al Palio quante trasmissioni si sarebbero potute costruire? Storia, territorio… La Rai ha il cavallo come simbolo ma si fa scippare il Palio. E’ RaiMandrakata.

 

Di più su questi argomenti:
  • Carmelo Caruso
  • Carmelo Caruso, giornalista a Palermo, Milano, Roma. Ha iniziato a La Repubblica, ha scritto otto anni per Panorama occupandosi di politica, cronaca, cultura. Nel 2018 a Il Giornale. Oggi in redazione a Il Foglio.