L'intervista

De Vito: "Il M5S è stato disumano, in carcere ho trovato più solidarietà"

Il grillino si racconta: "Raggi? Non so se la sosterrò. Di Maio mi espulse con una dichiarazione ma rimango iscritto al Movimento. A Regina Coeli ho fatto politica: un detenuto ha preso la licenza media"

Simone Canettieri

Il presidente del consiglio comunale di Roma, arrestato per corruzione, si racconta al Foglio: "I comportamenti senza pietà da chi poco prima mi aveva chiesto di organizzare le politiche del 2018. Sbaglia a portare le arance in Campidoglio ai tempi di Mafia Capitale". E adesso ha fondato Crea movimento

Di più su questi argomenti:
  • Simone Canettieri
  • Viterbese, 1982. Al Foglio da settembre 2020 come caposervizio. Otto anni al Messaggero (in cronaca e al politico). Prima ancora in Emilia Romagna come corrispondente (fra nascita del M5s e terremoto), a Firenze come redattore del Nuovo Corriere (alle prese tutte le mattine con cronaca nera e giudiziaria). Ha iniziato a Viterbo a 19 anni con il pattinaggio e il calcio minore, poi a 26 anni ha strappato la prima assunzione. Ha scritto per Oggi, Linkiesta, inserti di viaggi e gastronomia. Ha collaborato con RadioRai, ma anche con emittenti televisive e radiofoniche locali che non  pagavano mai. Premio Agnes 2020 per la carta stampata in Italia.