Con l'avvicinamento a Berlusconi il M5s ha definitivamente abiurato il grillismo

Claudio Cerasa

I grillini avevano trasformato Berlusconi nel Cainano, Renzi nell'erede del Cav. Prima si sono alleati con Renzi, poi con il partito di Bibbiano, ora hanno deciso di trasformare Forza Italia in un partito con cui si può discutere. L'intervento del direttore Claudio Cerasa a Tagada

"Il tema della triangolazione del governo con il partito di Silvio Berlusconi non è più legato al se, ma è legato al come, alla formula. E dato che qualcosa accadrà è interessante capire su quali fronti dovrà avvenire. Due sono quelli principali. Quello della gestione delle risorse che verranno ricavate dall'emissione di nuovo debito, perché il debito che verrà emesso oggi riguarderà le generazioni future e quindi di conseguenza anche i governi che verranno. E poi c'è il tema del Recovery Fund. Sono progetti quelli dell'Europa che hanno una gittata di sette anni, questioni che riguarderanno i prossimi governi ed è importante quindi che oggi ci siano accordi forti tra chi governa e l'opposizione", ha detto il direttore Claudio Cerasa al programma di La7, Tagada.

 

"I Cinque stelle sono già usciti dallo schema Di Battista su Forza Italia", ha aggiunto Cerasa. Il grillino in un post su Facebook aveva scritto che "stare lontano dall’immoralità è un dovere morale, perché l’immoralità è come il letame. Si tratta con la pala. Non con il cucchiaino d’argento", riferendosi al partito del Cav. "Dibba non è in parlamento, è una persona che esprime una posizione non prevalente all'interno dei Cinque stelle a livello politico se si pensa che la cosiddetta legge salva Mediaset è stata proposta da un ministro del M5s, Patuanelli, Di Maio ha aperto esplicitamente a Forza Italia qualche giorno fa in un'intervista al Corriere della Sera. Uno spettacolo assoluto. I grillini che avevano trasformato Berlusconi nel Cainano, nello Psiconano, e che poi avevano parlato di Renzi come erede di Berlusconi, prima si sono alleati con Renzi, poi con il partito di Bibbiano e ora hanno deciso di trasformare Forza Italia in un partito con cui si può discutere".

Di più su questi argomenti:
  • Claudio Cerasa Direttore
  • Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio dal 2005 e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.