cerca

Cari cialtro libertari giù la mascherina

Indossare la mascherina non è un cedimento al politicamente corretto ma è il segno di un impegno condiviso oltre che un atto d’amore. Salvini e gli stati d’emergenza. Come vaccinarsi dai finti difensori della libertà

29 Luglio 2020 alle 06:00

Cari cialtro libertari giù la mascherina

LaPresse

Chiamarli negazionisti è forse un po’ troppo perché non basta comportarsi da cazzoni per poter essere considerati dei propalatori di bufale, dei diffusori di menzogne, dei megafoni di sciocchezze scientifiche e verità alternative. Chiamarli negazionisti è forse un po’ troppo. Ma allo stesso tempo chiamarli menefreghisti è forse troppo poco. Perché dietro all’idea di mostrare la propria virilità politica rifiutandosi di utilizzare la mascherina – come ha fatto Matteo Salvini due giorni fa a un convegno sul coronavirus, in cui...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Claudio Cerasa

Claudio Cerasa

Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio dal 2005 e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • kriszt49

    29 Luglio 2020 - 18:43

    Bene, a causa di tutti i cialtroni, irresponsabili, strafottenti, menefreghisti, egoisti e cinici, io, non vorrei beccarmi il virus del Covid-19 perchè ne ho una fottuta paura. Vale anche per i miei cari. Ci sono delle regole precise da seguire, e ben vengano mascherine e distanziamento sociale che proteggono noi stessi e gli altri. E' una forma di RISPETTO, se questa parola ha ancora alcun senso. Se uno non se ne importa della propria salute sono affari suoi, ma non ha il diritto di mettere in pericolo quella degli altri. Salvini? E' sempre lo stesso. Si riempie la bocca di "italiani", "papà", "mamme" e "bimbi", ma di loro s'importa ben poco se li invita a togliersi le mascherine. Non sa più cosa inventare per sbalordire in cambio di qualche consenso in vista delle prossime elezioni. kriszt49

    Report

    Rispondi

  • Mario 1

    29 Luglio 2020 - 17:45

    Signor direttore me la aspettavo da qualche ora non parla di Salvini, comunque ha ragione il buon esempio deve partire sopratutto dai politici portate sta cavolo di mascherina, tutte le foto mostrate dal Vostro giornale e da altri fanno vedere politici senza mascherine ma lei vede solo Salvini si controlli la vista .

    Report

    Rispondi

  • romaharis

    romaharis

    29 Luglio 2020 - 14:30

    reitero i complimenti di mario chiusano .. solo i commenti d'accordo con la linea del viscido vengono pubblicati siete pronti per il TG1

    Report

    Rispondi

    • AlessandroT

      29 Luglio 2020 - 19:00

      Falso, vedi la mia risposta a Chiusano più sotto (che ho scritto più di due ore e fa ed è comparso solo da pochi minuti). I commenti non vengono pubblicati immediatamente, questo non è twitter. Portate pazienza.

      Report

      Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    29 Luglio 2020 - 14:04

    Al direttore - Siamo tutti ridotti a grattare il fondo del barile del populismo della pancia. Ciascuno gratta il proprio. Sarebbe molto utile, opportuno attrezzarsi culturalmente e operativamente per il "dopo" Arriverà, ineludibile, implacabile, Sulla scena troneggia, invece, la gestione arruffata del "carpe diem" La democrazia dell'emergenza, come modus operandi, è creatura oscenamente antidemocratica.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi