Tutto tranne le scie chimiche. Sibilia minaccia querele

Redazione

Il deputato grillino attacca su Facebook: "Non associate il mio nome a questo tema" Commenti sgomenti: "Quindi il problema non esiste?" E lui frena: "Voglio dire che non me ne sono mai occupato" 

Ok la battaglia per svelare il grande complotto dietro lo sbarco, evidentemente mai avvenuto, dell'uomo sulla luna. Ok il matrimonio, o l'unione civile, tra specie diverse purché consenzienti. Ma le scie chimiche no, quelle no. Carlo Sibilia sceglie Facebook per lanciare la sua battaglia contro chi associa il suo nome all'argomento. E questo, badate bene, non vuol dire la cosa non sia di fondamentale importanza per il Paese. 

 

 

"Voglio chiarire - scrive il deputato grillino - che querelerò qualsiasi giornalista o presunto tale che associ il mio nome al tema scie chimiche (mai trattato dal sottoscritto, il PD ha fatto interrogazioni in merito), proposte (di legge) mai fatte o tweet e post fb inesistenti o cancellati. Se non ci sono sulle mie pagine ufficiali vuol dire che non rappresentano il mio pensiero".

 

Inevitabile la reazione sgomenta dei cittadini. "Con ciò vorresti dire che il problema scie chimiche non esiste?" si legge nei commenti. E ancora: "Carlo Sibilia non ti fa onore il fatto di non averlo fatto, da rappresentante di una parte dei cittadini, che sono vittime di questo scempio, SEI OBBLIGATO A TRATTARE IL PROBLEMA E PORTALO NELLE PIAZZE; SE NON LO FAI SEI COMPLICE". Un'accusa gravissima per chi si fregia del titolo di "portavoce" dei propri elettori. Ecco quindi, pronta, la risposta:
"Voglio dire che non me ne sono mai occupato. Lo hanno fatto altri". Giusto, perché appropriarsi di meriti altrui. 

 

Di più su questi argomenti: