cerca

Grand tour di genio

In questi giorni, 250 anni fa, il tredicenne Mozart arrivava in Italia. Un viaggio da una città all’altra, decisivo per la storia della musica

30 Dicembre 2019 alle 09:34

Grand tour di genio

Mozart in un ritratto anonimo, incerta attribuzione a Pietro Antonio Lorenzoni (1763) (immagine tratta da Wikipedia)

Aprile 1770. Una carrozza attraversa la Porta del Popolo sotto una pioggia battente, entra in città e si ferma alla stazione di posta di piazza di Spagna. E’ mezzogiorno del mercoledì santo, e i viaggiatori, raggiunta Roma dopo cinque giorni di strada attraverso gli Appennini, mentre il temporale rende più difficili gli spostamenti, si mettono alla ricerca di un alloggio. Il più grande compositore di tutti i tempi è un ragazzino di tredici anni che, accompagnato dal padre, ha intrapreso...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi