cerca

Il libro nero del Rinascimento

Il bene e il male nel secolo della bellezza

Accanto a Botticelli, a Michelangelo e al Magnifico, una realtà oscura dominata da banchieri senza scrupoli, politici venali, ecclesiastici lascivi. Alexander Lee ha esplorato questo groviglio di avidità, violenza e depravazione

19 Dicembre 2016 alle 13:54

Il bene e il male nel secolo della bellezza

Filippino Lippi, “Pala Nerli”, 1485-’88 circa (Firenze, basilica di Santo Spirito)

Nei primi giorni del settembre 1814, Stendhal appunta nel suo “Journal”: “L’altro ieri, scendendo dall’Appennino per arrivare a Firenze, il mio cuore batteva forte… Ero già in una sorta di estasi, per l’idea di essere a Firenze, e la vicinanza dei grandi uomini di cui avevo visto le tombe… Ero arrivato a quel punto d’emozione dove si incontrano le sensazioni celestiali date dalle belle arti e dai sentimenti appassionanti…”. Aveva la memoria piena della prima visita, a Firenze il 26...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuseppe Marcenaro

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi