cerca

Pakistan: proteste per la coppia cristiana bruciata viva

10 Novembre 2014 alle 00:00

In Pakistan, la comunità cristiana ha preso parte a una grande manifestazione per condannare l'uccisione di una coppia di religione cristiana a Lahore. Un operaio e la moglie incinta sono stati bruciati vivi lo scorso 4 novembre con l'accusa di aver dissacrato il Corano. La polizia pakistana ha annunciato di aver arrestato già 45 musulmani connessi in qualche modo al duplice omicidio. Secondo la legge pakistana, chiunque sia condannato per il reato di blasfemia, insultando il Corano o il Profeta Maometto, può essere condannato a morte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi