Un mondo diviso che ha bisogno di sovranità

E la parola “sovranità” è bellissima per Massimo D’Alema, che si dice da sempre fautore del primato della politica. Però parla solo di ordine e disordine internazionale: l’Europa, la Cina, gli immigrati, il populismo. Intervista

5

02/03/2020

Il sovranismo racchiude una istanza giusta: il ritorno alla sovranità”. Ho sentito bene? Sì, l’ha detto. Un Massimo D’Alema in versione sovranista, il primo (ex) comunista a ricoprire l’incarico di presidente del Consiglio, offre un’analisi spiazzante: “La parola ‘sovranità’ è bellissima per chi, come me, è da sempre fautore del primato della politica”, lapalissiano. L’accordo è che si parli esclusivamente di politica internazionale, del resto il presidente della Fondazione ItalianiEuropei non si occupa più di cosucce nostrane (“La stampa italiana?...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.