Medici in difesa

6

06/02/2020

I n questi giorni di psicosi da coronavirus, è fortemente probabile che sia successo altro, in ambulatorio o al Pronto soccorso. Ma i numeri ufficiali sono aggiornati a fine 2019. A volte basta pochissimo. Come un farmaco che il medico ritiene di non dover prescrivere. Partono ingiurie, parolacce, urla fino ad arrivare alle minacce e alle mani. “A Milano è un gravissimo problema – racconta al Foglio Rossana Giove, direttore sociosanitario dell’Ats Metropolitana – Al pronto soccorso, nelle continuità assistenziali,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.