Piccola Posta

2

28/01/2020

La tracotanza di Salvini permise di fermarlo un momento prima che travolgesse gli ultimi argini, e di prendere tempo. Il ripiego aveva due ostacoli così grossi che il tempo guadagnato minacciava di giocare a vantaggio di Salvini e della sua destra: la sproporzione fra la forza parlamentare dei 5 stelle e quella del Pd, e il controllo dei 5 stelle in capo a una testa politica come Di Maio. Salvini, benché non fossero più tempi d’insolazione, ha continuato a giocare...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.