Il silenzio dell’Ue sulle proteste iraniane

L’Europa non sa essere pronta nemmeno alle provocazioni più evidenti

3

21/11/2019

Il governo iraniano sta esercitando una repressione violenta contro le proteste popolari. Contrariamente a quel che si dice quasi dappertutto, le misure di austerità decise da Teheran non sono conseguenza delle sanzioni americane: aumentare il prezzo dei carburanti in uno dei paesi più ricchi di petrolio al mondo è solo la conseguenza di una volontà di risanare il debito facendolo pagare ai ceti medi. Il presidente Donald Trump ha espresso in modo chiaro la condanna per questa repressione, in nome...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.