Il mostro (a due teste) di Pontida. La demagogia e la mancata condanna dell’antisemitismo assieme a un po’ di realismo politico

1

17/09/2019

I l 5 febbraio 2011 gli odiatori seriali di Libertà e Giustizia e accoliti avevano immolato sul palco del Palasharp di Milano un minorenne, un Giovanni di tredici anni, mandato lassù per leggere un proclama, più grande di lui, contro Silvio Berlusconi. Ma lo si ricorda, qui, solo a beneficio dei tanti scimuniti che dicono e diranno “e allora la sinistra?” per difendere l’esposizione decisamente più immorale, perché minore è l’età e maggiore l’innocenza, sul palco di Pontida della piccola...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.