Un po’ gonzi, un po’ Gozi. Lo spasso dell’agenda sovranista in cerca di un diversivo per dribblare l’Italia dello zero assoluto

1

02/08/2019

L e sgangherate reazioni dei sovranisti alla gricia all’inopportuno parcheggio di Sandro Gozi nel governo francese, in attesa di sbarco all’Europarlamento per interposto compimento della Brexit, raccontano molto del dibattito pubblico italiano, che pare scritto dagli sceneggiatori di “Lost” (o da Giorgio Gaber). “Gozi (Pd) è una minaccia per l’Italia. Non può stare nel governo francese”, titolava la Verità ieri in apertura di giornale. “Non ho nulla contro la Francia, ma bisogna valutare se togliere la cittadinanza a Sandro Gozi”,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.