I cinesi di Zte ci spiegano la cybersicurezza, il problema semmai sono i gialloverdi

Giulia Pompili

Reporter:

Giulia Pompili

2

22/05/2019

Roma. La sede romana di Zte, il colosso delle telecomunicazioni cinese, occupa quattro piani di un edificio su via Laurentina, un palazzo che ospita anche alcuni uffici della tedesca Siemens, della spagnola Corporate real estate advisor e della californiana Tibco Software Inc. Ieri qui si è tagliato il nastro del primo laboratorio di sicurezza cibernetica d’Europa, il secondo dopo quello aperto praticamente in contemporanea a Nanchino, e lanciato dalla società cinese con un tempismo significativo, proprio nel periodo in cui...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.