La banca-forziere

Reporter:

Mariarosaria Marchesano

6

28/03/2019

Nel 1871, anno in cui Roma veniva proclamata capitale d’Italia e in Europa muoveva i primi passi la Terza Repubblica francese, la città di Milano, che nella cerchia dentro i Bastioni contava poco meno di 200 mila abitanti, conosceva un periodo di grande crescita commerciale e industriale. Nella primavera di quell’anno l’imprenditore tessile Cesare Ponti aprì in piazza Duomo un ufficio di cambiavalute che a inizio Novecento si sarebbe trasformato in una banca, anzi in una banca di famiglia come...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.