cerca

Come suonano le rivolte nel mondo

Dal Cile a Hong Kong, dalla Bolivia al Libano. Le colonne sonore delle proteste

10 Novembre 2019 alle 06:09

Come suonano le rivolte nel mondo

Dal Cile a Hong Kong, un’ondata di proteste sta percorrendo il mondo. Diverse sono le motivazioni, diverse sono le ideologie, diverse sono le culture. Ma ogni protesta si sceglie una colonna sonora. Ecco le canzoni che i manifestanti stanno cantando per le strade in rivolta.

Maurizio Stefanini

Romano, classe 1961, maturità classica, laurea in Scienze Politiche alla Luiss, giornalista dal 1988. Moglie, due figli. Free lance impenitente, collabora col Foglio dalla fondazione. Di formazione liberale classica, corretta da radici contadine e da un'intensa frequentazione del Terzo Mondo. Specialista in America Latina, Terzo Mondo, movimenti politici comparati, approfondimenti storici. Ha pubblicato vari libri, tra cui “I nomi del male”, ritratto dei leader dell’asse del Male, "Ultras - Identità, politica e violenza nel tifo sportivo da Pompei a Raciti e Sandri", "Da Omero al rock. Quando la letteratura incontra la canzone" e ultimo "Alce Nero un «beato» tra i Sioux". Parla cinque lingue; suona dieci strumenti (preferito, fisarmonica).

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi