cerca

La caccia alle streghe (pedofile)

Le uniche vittime? Quelle che vengono falsamente accusate, scrive Quadrant.

21 Ottobre 2016 alle 18:18

La caccia alle streghe (pedofile)

Foto di Robert Couse-Baker via Flickr

"La grande caccia alle streghe pedofile contro i politici conservatori e l’establishment inglese continua con modalità sempre più bizzarre”, ha scritto Christie Davis sul mensile australiano Quadrant. “I tentativi della polizia di accusare l’ex ministro dell’Interno Sir Leon Brittan e l’ex capo dell’esercito feldmaresciallo Lord Bramall di molestie si sono conclusi con un fallimento grottesco
e con le scuse poco dignitose della stessa polizia. Oggi è abbastanza evidente che le denunce sulle quali si basavano le ipotesi accusatorie e investigative provenivano da persone bugiarde e fantasiose, e che la polizia stupidamente aveva creduto loro. In effetti, come emerso più tardi, è stata la polizia a credere a chiunque reclamasse di essere stato vittima di un’aggressione sessuale: è il politicamente corretto impazzito”.

 

Nell’articolo, Davies ricorda il caso di Sir Edward Heath, indagato perfino dopo la morte, con gli investigatori indaffarati a scoprire prove di colpevolezza nell’epistolario che l’ex premier britannico aveva donato all’Università di Oxford. A lungo si era parlato dell’omosessualità di Heath, nonostante l’unica certezza era che egli non fosse attratto dal gentil sesso. Da qui a dipingerlo come un predatore in cerca di giovani da portare a largo sulla sua barca, per poi violentarli, ce ne passa. Altrettanto “bizzarro”, secondo la rivista conservatrice australiana, il caso di Sir Cliff Richard, uno dei cantanti più popolari della storia britannica, accusato nel 2014 di aver violentato un adolescente a una manifestazione cristiana organizzata a Sheffield nel 1985 dall’evangelico statunitense Billy Graham.

 

Nel 2014 anche la casa del cantante venne perquisita all’improvviso, mentre egli si trovava in Portogallo, con tanto di spifferata alla Bbc che invece potè avere immagini esclusive anche all’interno delle quattro mura. La polizia annunciò di avere acquisito materiale importante, dopo la denuncia di una persona che diceva di essere stata inseguita in giovane età da Cliff Richard che quel giorno avrebbe calzato ai piedi dei pattini a rotelle. Poi si è scoperto che la storia era inventata, che i pattini erano stati visti solo in un video musicale di Cliff Richard. “Ciò che lega Sir Cliff ai vari esponenti dell’establishment coinvolti in altri casi simili è che egli è un cristiano evangelico conservatore. Occorrerebbe ricordare che la stessa polizia del South Yorkshire che lo ha indagato inutilmente è quella che, in ossequio al politicamente corretto, ha evitato per anni di investigare e di arrestare alcune gang di islamici che poi si è scoperto sfruttavano sistematicamente bambine minorenni del comune di Rotherham”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi