cerca

L’antisemitismo ha i suoi lettori

Le pressioni pro boicottaggio sull’autrice di Harry Potter e i loro risultati. Rowling, negli scorsi giorni, si era fatta promotrice di un appello a favore del mantenimento di un dialogo culturale con Israele. Apriti cielo.

30 Ottobre 2015 alle 06:24

L’antisemitismo ha i suoi lettori

La vulgata antisemita ha milioni di avidi lettori in tutto il mondo. Ennesima conferma ne è il trattamento riservato a Joanne Rowling, l’autrice britannica della fortunata saga di Harry Potter. Rowling, negli scorsi giorni, si era fatta promotrice di un appello a favore del mantenimento di un dialogo culturale con Israele. Apriti cielo, sul Guardian è arrivato un contrappello di 343 professori delle università inglesi a favore del boicottaggio dello stato ebraico, a partire appunto dall’accademia. Il Foglio ha dato conto di tutto ciò, segnalando anche la considerevole presenza di professori italiani tra i firmatari dell’appello al boicottaggio. Nelle ultime ore, tuttavia, si è assistito anche alla reazione di alcuni sedicenti lettori di Harry Potter in giro per il pianeta. Persone che si sono rivolte con lettere e messaggi via social network alla Rowling dicendo cose del tipo “hai distrutto la nostra adolescenza, non leggeremo più Harry Potter” oppure “Israele è come i Mangiamorte seguaci di Lord Voldemort”.

 

La Rowling si è sentita in dovere di rispondere, a più riprese, tenendo in sostanza il punto sulla sua personale contrarietà al boicottaggio della cultura israeliana, ma allo stesso tempo dovendo concedere qualcosa al lettorato antisemita: “La comunità palestinese ha sofferto un’ingiustizia indicibile. Spero che il governo israeliano sia chiamato a renderne conto. Comprendo che boicottare Israele è un’azione che ha la sua allure”. Per uno scrittore, un giornalista o un commentatore, è più comodo restare in perfetta sintonia con le emozioni e le ragioni dell’opinione pubblica internazionale, quali esse siano oggi. Nutrire e ostentare la propria buona coscienza fa bene al cuore.  Chi rompe un tabù, invece, deve pagarne il prezzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi