cerca

Così si spegne l’Ilva

Il governo nega ad ArcelorMittal una garanzia da 400 milioni e si prepara a nazionalizzarla attraverso Invitalia

16 Maggio 2020 alle 06:00

Così si spegne l’Ilva

LaPresse

Taranto. ArcelorMittal aveva chiesto al governo una garanzia su un prestito bancario di 400 milioni di euro, da inserire nel decreto “Rilancio”, per riuscire a mandare avanti i siti produttivi dell’ex Ilva fortemente colpiti, come tutto il settore dell’acciaio, dalla crisi legata all’emergenza Covid-19.   Ma il governo ha negato una garanzia a un investitore privato che, nonostante tutte le difficoltà di natura economica, giuridica, sanitaria ma soprattutto politica, stava lavorando con un impegno di 4 miliardi al risanamento industriale...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi