cerca

Animal spirits sui binari

Rottamare i manager non basta a far arrivare la privatizzazione in orario

Le ipotesi minimaliste per fare cassa con Fs e il dibattito (che non c’è) sulla necessaria quotazione della rete

27 Novembre 2015 alle 06:18

Rottamare i manager non basta a far arrivare la privatizzazione in orario

L'ad dimissionario di Ferrovie dello Stato Michele Mario Elia (foto LaPresse)

Ferrovie dello Stato (Fs) andrà in Borsa con un nuovo management: dopo la decisione dell’esecutivo che la scorsa settimana ha avviato il processo di privatizzazione, ieri il cda della società – compresi il presidente Marcello Messori e l’ad Michele Mario Elia, nominati nel maggio 2014 da un governo Renzi fresco d’insediamento – ha rassegnato in blocco le sue dimissioni. La sostituzione dei vertici del gruppo potrà avere pure buone ragioni, ma non è detto che i successori perseguiranno una linea...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Francesco Forte

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi