cerca

L'influenza cinese in Europa, Jihad made in Sinai e l'esonero di Montella. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

27 Novembre 2017 alle 19:01

L'influenza cinese in Europa, Jihad made in Sinai e l'esonero di Montella. Di cosa parlare stasera a cena

Il presidente cinese Xi Jinping abbraccia quello della commissione Ue, Jean Claude Juncker (foto LaPresse)

Frase del giorno

“Milan esonera Montella e prende Gattuso scontatissimo al #BlackFriday…”

Le frasi di Osho

 


  

Stato dell’Unione

 

La preoccupazione di Bruxelles per i legami sempre più stretti che la Cina sta stringendo con i paesi periferici Ue (allo scopo di influenzare, tra le altre cose, le politiche comunitarie).

 

Dice l’ex presidente catalano Artur Mas che Barcellona non dovrebbe fare alcun passo verso l’indipendenza anche se il fronte separatista strappasse una grande vittoria elettorale il prossimo 21 dicembre!

 

In che modo la lotta di potere politica in Baviera (Csu e dintorni) avrà effetti sulle scelte del governo nazionale tedesco.

 

Lo scandalo dei rifugiati sull’isola di Lesbo. Tra poco arriva l’inverno e la situazione sull’isola greca sta diventando insostenibile. Le condizioni nei campi profughi sono terribili mentre gli abitanti dell’isola si sentono abbandonati da Atene e dall’Ue.

 

Ah, nonostante le fake news, Bruxelles salva il glifosato. La campagna antiscientifica delle lobby ambientaliste non ha fermato la Commissione europea: l'autorizzazione per usare il controverso erbicida è stata rinnovata per altri cinque anni…

 


 

Altri mondi

 

Sabbie arabe. Dopo il Califfato la sfida fra i Grandi nella Siria lacerata. Mosca prevale e l’Iran si rafforza ma gli Usa hanno molte basi. Assad rimasto in sella offre a Israele un patto sul Golan. E il pieno di consensi nazionalisti che sta incassando il premier libanese Hariri, dopo la decisione di sospendere le dimissioni.

Fai girare l’economia. Per la cronaca, l’economia russa torna a crescere dopo un lungo periodo di difficoltà (giusto in tempo per le prossime elezioni).  E poi il cyber Monday e la lotta tra Amazon e Wal-Mart per lanciare le offerte più stracciate del web.

America oggi. Riforma fiscale, elezioni intermedie, sanità, Russiagate e muro con il Messico. Nelle prossime due settimane Donald Trump si gioca un pezzo importante del suo mandato. Nel frattempo Meredith Corporation, comprando la prestigiosa rivista Time, si acconcia alla guerra della pubblicità online contro i colossi Google e Facebook.

Che diavolo! E ora che succede al Milan? La società è indebitata e ha bisogno di risultati, ma la squadra è in difficoltà e da domani sarà guidata da Gennaro Gattuso, che non ha mai allenato in Serie A (via Il Post).

 

 

Personaggi

Macron secondo Carrère. Una settimana con il presidente francese Emmanuel Macron, raccontato da uno scrittore che si è lasciato affascinare.

 

Il gioco delle parti. Il leader ceceno Ramzan Kadyrov ha detto che è arrivato il momento di fare un passo indietro e lasciare che Vladimir Putin scelga un successore. Ma il Cremlino ha detto che Kadyrov deve restare al suo posto...

 


 

Mappa del giorno

 

I paesi europei dove i cittadini circolano con più contanti nel portafoglio…

 

  


  

Argomenti di dibattito

 

Conosci il nemico. In che modo la penisola del Sinai è diventata in questi anni un luogo di incubazione ed espansione jihadista, nell’analisi di Foreign Affairs.

La chiesa di Francesco. Il cattolicesimo sta andando incontro alla più grande trasformazione da molti secoli in qua: entro trent’anni i suoi bastioni saranno in Sudamerica, Africa e Asia. Indagine su come il Papa sta rivoluzionando, non senza divisioni, la più grande religione al mondo.

Tempi moderni. Come e perché questa è l’età dell’ansia, che è una condizione di disagio psicologico. Ma è anche diversa dallo stress ed è un potente stimolo a darsi da fare e produrre soluzioni creative.

Cinematografo. La rivoluzione Netflifx, Hollywood e la battaglia per il premio Oscar e il futuro dei film, nel racconto di Vanity Fair.

 

 

Ossessioni

 

Che tempo che fa. I ghiacci si stanno sciogliendo. Questi due sono particolarmente importanti (via Pietro Minto).

Black Friday. Quanto guadagna effettivamente un magazziniere di Amazon? Dopo lo sciopero allo stabilimento di Piacenza nel giorno del Black Friday tra aziende e sindacati è nata una querelle sul valore dello stipendio.

Fashion for fuel. Una centrale elettrica svedese che punta ad eliminare l’uso di combustibili fossili entro il 2020 sta bruciando legno riciclato e rifiuti, compresi i vestiti del magazzino centrale di H&M…

 

 

Mettetevi comodi

 

Manica larga. La storia dall’interno, piena di particolari inediti, di come l’allora premier UK, David Cameron, ha portato Londra in braccia alla Brexit.

Sulla strada. Il documentario del Guardian sulla prostituzione in Italia. Si intitola “On the Road” e racconta la tratta di donne dalla Nigeria a partire da una strada in particolare: quella della Bonifica al confine tra Marche e Abruzzo.

Grande Mela. In che modo Apple sta fallendo nel portare a casa della gente il suo “assistente” intelligente Siri (ed è almeno tre anni indietro rispetto a Echo di Google).

Lo stato del calcio. Stadi vecchi e vuoti, eccessiva dipendenza dalla tv, Serie A con i conti da anni in rosso, resistenze ai capitali stranieri. Perché l’Italia, indietro in Europa, è arrivata in ritardo anche all’appuntamento con i Mondiali.

 


 

Accadde oggi

 

Nel 1990 oggi, l’Italia firmava gli Accordi di Schengen…

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi