Come si tornerà a scuola e gli incendi attorno a L'Aquila

Giuseppe De Filippi

Idee e spunti per sapere quello che succede nel mondo selezionati per voi da Giuseppe De Filippi

Ne parlavamo ieri a cena. In questo attacco interno a Vincenzo Spadafora c'è l'unico problema davvero irrisolto di una maggioranza che si avvierebbe, altrimenti, a una buona stabilità e forse a un futuro comune. C'è il problema della divisione dei 5 stelle tra i grandi filoni determinati dalla doppia fondazione, grillina e casaleggiana. Ma come tutti gli scontri serve anche a far emergere dati di realtà. L'ispirazione grillina pura può non piacere, e figuriamoci a noi, però ha due pregi politici da non scartare: porta popolarità (perché Beppe Grillo mantiene un forte impatto sull'opinione pubblica) e dà duttilità, perché Grillo non ha ideologia ma solo pragmatismo spicciolo e affettazione di buon senso. Grillo aveva una sua battaglia personale contro la politica e del resto gli importava e gli importa zero. L'ispirazione casaleggiana è invece radicalmente antipolitica. Vuole proprio abolire, in un delirio nichilista, la rappresentanza democratica e il dibattito pubblico, sostituendoli con i vincoli di mandato per parlamentari robotizzati e con il processo decisionale teleguidato sulle piattaforme. In più non è popolare né porta consensi, ma è elitaria e legata a un business familiare. È chiaro che all'opposizione le due anime potevano convivere (avvantaggiandosene i casaleggiani e portando acqua i grillini) ma al governo e in una prospettiva addirittura di intesa politica duratura non si potevano far convivere le due anime. Il buon Spadafora c'è finito in mezzo.

 

I preoccupanti incendi intorno a L'Aquila, che vanno avanti da giorni.

 

Qualcosa per la scuola comincia a definirsi.

  

E le regioni cercano soluzioni integrative. Lo scaglionamento degli orari è una di quelle giuste

 

Però attenzione.

 

Anche perché chi ha avuto problemi a marzo, come noi, ora deve stare attento in modo speciale.

 

Il decreto che spinge i consumi.

 

Donald Trump contro la memoria di John Lewis e per uno squallido fatto personale.

 

A proposito, eccolo ripeschiamo dal NYT di 5 giorni fa

 

Sarà, parlatene a cena.

 

Gran tema a cena.

Di più su questi argomenti: