cerca

Il Mes secondo Zingaretti e il disastro di Trump con il Covid

Idee e spunti per sapere quello che succede nel mondo selezionati per voi da Giuseppe De Filippi

29 Giugno 2020 alle 18:14

Il Mes secondo Zingaretti e il disastro di Trump con il Covid

Nicola Zingaretti (foto LaPresse)

Giuseppe Conte si è un po’ tacitato. Forse è scelta tattica, forse è impegnato sui prossimi passi importanti (dal nuovo pezzo di manovra in deficit, con cassa integrazione e altre grandi spese da coprire, e dalle nuove regole semplificate per appalti, opere, rapporti con la pubblica amministrazione), forse non sa bene che dire. Il suo movimento non sta mostrando alcuna capacità di elaborazione politica e non sembra interessato a lasciare un segno diverso nella politica italiana, che non sia quello della vincente campagna elettorale del 2018. Elaborazione, lo abbiamo detto più volte a cena, significa saper ragionare, rimettendo in discussione anche gli slogan elettorali. L’Europa era un’occasione perfetta, a maggior ragione dopo il rivelatorio, importantissimo, voto europeo per Ursula von del Leyen da parte dei grillini. L’Europa poteva, può ancora per la verità, dare ai 5 stelle un nuovo terreno di impegno, sul quale rafforzare il ruolo di partitone assistenziale (diciamo dedito alle politiche sociali) di massa che è l’unico spazio politico residuo per i seguaci di Beppe Grillo. E, in ogni caso, anche per il principio di esclusione che vige nella politica, essendo occupata da Lega e Fratelli d’Italia l’orbita dell’antieuropeismo e del contrasto al Mes, i 5 stelle non possono più entrarci. Qui si vorrebbe dire che sarebbe bene per loro capire quanto convenga essere europeisti, ma ci si accontenta che capiscano di non avere alternative. Lega e Fratelli sono all’opposizione, il loro strepito anti-Mes sarà sempre più forte di quello grillino. E invece ecco il pur bravo Stefano Patuanelli a ribadire che la loro posizione sul tema Mes non cambia, allineandosi al meno bravo e meno politico Stefano Buffagni che approfitta della situazione per comportarsi da guastatore di maggioranza, con una battuta inutilmente acida con cui critica il Pd per essere troppo attaccato alle sue “bandierine”, e trattando quindi una scelta strategica come il rapporto con l’Europa alla stregua di uno sciocco puntiglio. Nicola Zingaretti non aveva piantato una bandierina, anzi, era ben felice di condividere l’impostazione europeista. Aveva diffuso, con una delle sue rare offensive, 10 ragioni per dire sì al Mes. Della rispostaccia (per ora) si è detto. Eppure la chance di sopravvivenza dei grillini è tutta nella reinvenzione della loro offerta politica. L’Europa non è un puntiglio ma è, per loro, una via d’uscita e una formula magica per arrivare a fine legislatura. Se poi non lo vogliono è un altro discorso.

 

 

Conte ha guadagnato consensi quando ha preso decisioni, come nel caso della tutto sommato efficiente gestione della lotta al virus in una condizione inedita nella nostra storia. Quella buona prova finirebbe cancellata da una crisi nella maggioranza sui temi europei e in definitiva sui temi della politica economica. Ma guardi agli Stati Uniti, dove invece la gestione è stata disastrosa, per capire come ora non deve smettere di prendere decisioni, con lo stesso coraggio dimostrato all’avvio del lockdown.

 

Ecco quanto vanno male le cose per la lotta al virus negli USA di Donald Trump

 

 

Gli Stati Uniti stanno per diventare un caso mondiale, a causa della disastrosa gestione della crisi sanitaria. Se l’Europa fosse costretta a chiudere le sue frontiere a chi parte dagli USA il colpo sarebbe fortissimo

 

 

E le famiglie americane, in gran numero, si stanno organizzando per la scuola da casa (tanto per dire a chi sbraita qui)

 

 

Gli inglesi, o del non capirci niente

 

 

A proposito, in Grecia ci sono anche i peggiori casi di maltrattamento ai profughi. Nell’Europa che crede di non avere razzismo

 

  

Appalti senza gara fino a 5 milioni, e se lo dice Peter Gomez senza arrabbiarsi chi siamo noi per protestare?

  

 

Intanto, in Germania lo fanno

 

  

Matteo Renzi la pensa come Tommaso Nannicini che non la pensa come il governo

 

 

Raffaele Cantone arrivato a Perugia

 

 

E' una cosa ragionevole, non abboccate (si sognano solo che qualcuno li additi), non è razzismo né discriminazione ma una logica indicazione per chi lavora a contatto con persone anziane

  

A Cremona doppi turni all’ospedale, ma finalmente per le nascite

  

La condanna per i Fillon. Francois, per aver assunto la moglie come assistente usufruendo di fondi pubblici, prende 5 anni, di cui 2 da passare in carcere. Lo accusano di appropriazione indebita

  

 

Emmanuel Macron dà retta ai nuovi sindaci, scarta solo 3 proposte su 149

 

 

Si stanno registrando davvero in pochi per votare in vista delle presidenziali USA, la causa è il virus

  

 

Una chiacchierata con George Soros fa sempre piacere

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi