cerca

Dai retroscena politici ai treni che arrivano in orario. Di cosa parlare stasera a cena

Idee e spunti per sapere quello che succede nel mondo selezionati da Giuseppe De Filippi

27 Marzo 2018 alle 18:44

Dai retroscena politici ai treni che arrivano in orario. Di cosa parlare stasera a cena

Foto LaPresse

Si riempiono le caselle, quelle dei gruppi e quelle delle presidenze. Per cena se provate a proporre il tema rischiate la defenestrazione o, se proprio va bene, l'isolamento. A voler proprio fare i retroscenisti qualche indicazione si ha. I fissati andranno a cercare nelle indicazioni del Pd il tasso (calante) di renzismo e in quelle di Forza Italia il senso del rinnovamento rispetto ai due lottatori della legislatura precedente, Brunetta e Romani. Gli altri sono più ordinari e davvero non offrono spunti neppure per queste riflessioni da appassionati.

 

Fluidità, maggioranze variabili, sorprese. Guardate alle regioni e vi farete un'idea di quanto gli scenari delle possibili alleanze, ovviamente anche quelle nazionali, siano mobili. Nel Lazio, che sembrava destinato a proporsi come modello (sulla scia storica del modello Roma) saltano tutte le certezze della campagna elettorale e si aprono nuove e inesplorate strade.

 

Uno pensa che la priorità sia il lavoro, il sostegno ai giovani che lo cercano, l'assistenza a chi non lo trova (tra le varie proposte il reddito di cittadinanza va proprio in questa direzione). E poi però la realtà delle cose è diversa, a prevalere sulla ricerca di lavoro è la voglia di non allontanarsi da casa.

 

E intanto c'è il ritorno in servizio del capitano Scafarto, si riparte dopo la decisione del riesame. Ora la legislatura può davvero cominciare.

 


 

Chi però rappresenta sui muri questi simpatici accordi politici viene sbianchettato. E gli artisti di strada protestano. Parlarne, anche senza scomodare la super censura, ma parlarne.

 

La ragionevolezza, temprata dall'esperienza romana, di Giovanni Malagò e il problema di fondo della credibilità grillina. Parlarne anche in relazione al governo nascente oltre a lodare l'espressione un po' gozzaniana, quel "figure" e basta che sta per "brutte figure" o peggio. 

 

I treni arrivano in orario? tra tante partite complesse per il nostro trasporto su ferro, e dopo la figuraccia (condivisa però con altri servizi ferroviari europei) per il blocco causato dalla neve, i conti sono buoni e chissà che ne sarà allora della squadra di comando nominato dal governo Renzi

 


  

Senza una soluzione politica allo stallo catalano Puidgemont diventerà un grosso problema, la rivoluzione fatta un po' per gioco finirebbe in un guaio serio.

 

E forse un soprassalto di capacità politica servirebbe anche nei rapporti con Putin, e non solo per la questione delle spie.

 


 

Tutti ne parlano e le battute si sprecano, tenetevi informati sulla stazione non orbitante ma precipitante.

  

Come si dice in inglese "legittimo impedimento"? Mark Zuckerberg se ne sbatte dell'invito a comparire da parte del parlamento più antico del mondo, snobba Westminster, e lascia senza risposte tutte le investigazioni sulla sua attività da parte dei parlamentari della commissione cultura e media del parlamento britannico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi