cerca

L'arte è tutto un suk

I tradizionali contenitori sono stati disertati. Ora impazzano fiere, biennali e luoghi pubblici. Così è cambiata la nostra percezione dell’esperienza artistica. La storia rivista da Tony Godfrey

13 Luglio 2020 alle 11:51

L'arte è tutto un suk

L'artista Imran Qureshi realizza la propria opera per le Roof Garden Commission del Metropolitan Museum di New York (foto Hyla Skopitz, Met)

“Non esiste in realtà una cosa chiamata arte. Esistono solo gli artisti”. Lapidario Ernst Gombrich, dai bisonti nelle caverne ai decori nelle stazioni del metro esistono solo uomini, gente che s’affanna e mette in scena attività diverse, mutevoli, variegate, sommariamente definite arte. La più famosa Storia dell’Arte scritta negli anni Cinquanta e rimaneggiata sino al 1994 rimane “un modo eccellente per allenare l’occhio a cogliere tutte le caratteristiche dell’opera d’arte”. Un testo con cui bisogna fare i conti, testo fatto...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Ugo Nespolo

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi