cerca

Una vedova che balla il twist

Dalla Belle époque agli anni 50, con una banca da salvare: Michieletto reinventa l’operetta di Lehár a Roma

15 Aprile 2019 alle 11:47

Una vedova che balla il twist

Un momento della “Vedova allegra” in scena Teatro dell’Opera di Roma. Sul podio Constantin Trinks, la regia è di Damiano Michieletto (foto Yasuko Kageyama - Opera di Roma)

Certo, il fantomatico stato di Pontevedro non esiste più. Pure l’ambasciata è scomparsa e vedremo cosa resta della “colonia pontevedrina a Parigi” adesso che il Pontevedro è diventato una banca. Una specie di istituto di credito cooperativo di provincia, dove i locali depositano da generazioni i propri risparmi e rischiano di farsi inghiottire dalla speculazione internazionale. Una banca come tante, come quelle che pullulano nella provincia veneta colpita dalla crisi finanziaria, che Damiano Michieletto ben conosce. E infatti per la...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Marina Valensise

E' stata una delle prime firme del Foglio, dove si occupa di libri e di idee. Ha scritto un libro su Sarkozy (Mondadori, 2007), curato l'edizione italiana di vari saggi di François Furet, pubblicato un libro di viaggi nel Sud d’Italia, "Il sole sorge a Sud. Viaggio contromano da Palermo a Napoli via Salento" (Marsilio, 2012), una biografia dell’Hôtel de Galliffet, in edizione bilingue e illustrata (Skira 2015) e un saggio sulla sua esperienza alla direzione a Parigi dell'Istituto italiano di cultura dal 2012 al 2016, "La cultura è come la marmellata. Promuovere il patrimonio con le imprese" (Marsilio 2016).

Nel 2017 ha fondato un'agenzia di consulenza (vale, valorizziamo aziende artisti lavoro, esperienze)  per produrre progetti tagliati su misura per le imprese desiderose di investire nell'arte e nella cultura.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi