Una guerra di controcultura

Strapazza i benpensanti e non sopporta i miti del politically correct. Ritratto di Jordan Peterson

19 Marzo 2018 alle 10:13

Una guerra di controcultura
Cercando di spiegarsi e spiegare l’incredibile ascesa di Jordan Peterson da psichiatra e professore qualunque a stella polare della lotta al politicamente corretto, un giornalista di Vice gli ha domandato: “Qual è il suo pubblico di riferimento? A chi vuole parlare?”. Lui ha risposto: “In parte a me stesso”. Con una battuta sincera, recitata con gli occhi bassi, Peterson ha contraddetto in un istante l’altra metà della sua torreggiante figura pubblica. Alle volte il fiero guerriero culturale che infiamma gli...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi