I viaggi di Roiter

L’amata Venezia in bianco e nero, la Sicilia in bicicletta, l’Italia a colori. La prima retrospettiva del fotografo che scriveva versi con la Rolleiflex

26 Febbraio 2018 alle 13:58

I viaggi di Roiter

Fulvio Roiter, "Sicilia, sulla strada Gela-Niscemi", 1953, © Fondazione Fulvio Roiter. La mostra "Fulvio Roiter: fotografie 1948-2007" sarà ospitata dal 16 marzo alla Casa dei Tre Oci, a Venezia

Ci sono immagini con cui familiarizziamo al primo sguardo, immagini che hanno in sé qualcosa che mostra una realtà nuova ed essenziale del mondo visibile, inquadrature che diventano parte di noi. Per il fotografo Fulvio Roiter (1926-2016), tutto si poteva fotografare, bastava però farlo liberamente, evitando così che ristrette regole di tecnica e di intenti trattenessero, senza lasciarla emergere, la natura del soggetto rappresentato. La sua attenzione si concentrava sul dettaglio e su quelle particolarità che, di solito, invadono i...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi