cerca

Piacenza? Anche chi ama i Carabinieri non parli solo di “mele marce”

I dipendenti dell’Arma sono militari, impegnati alla fedeltà alle leggi, all’obbedienza e subordinati in modo rigidissimo ai diversi livelli gerarchici. E i vertici dovrebbero domandarsi seriamente come sia potuto accadere tutto ciò

28 Luglio 2020 alle 10:02

Piacenza? Anche chi ama i Carabinieri non parli solo di “mele marce”

Foto LaPresse

La vicenda della caserma dei carabinieri Levante di via Caccialupo a Piacenza solleva interrogativi gravissimi. Che non possono essere sottostimati, ricorrendo al consueto omaggio al valore e alla fedeltà dell’Arma. Nè ridotti a “caso isolato” o a “mele marce”. Così non si farebbe un buon servizio né ai Carabinieri né al paese. La vicenda inoltre ha in sé qualche cosa di intimamente odioso per quella parte di violenze e ricatti nei confronti della piccola delinquenza dello spaccio di droghe. Che...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Chicco Testa

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • gheron

    28 Luglio 2020 - 19:42

    Da parte mia nessun giudizio, nessun consiglio, figuratevi. Confermo la mia stima e gratitudine per tutti i servitori dello Stato, fedeli al loro giuramento. Un desiderio: meno passaggi in TV per gli uomini dell'Arma. Le passerelle sono dominio dei cazzari della politica, del sindacato, dell'informazione di supporto e di chi ha voglia di mostrare fiorellini tatuati sull'interno coscia.

    Report

    Rispondi

  • branzanti

    28 Luglio 2020 - 14:12

    Ho sempre avuto un'elevata fiducia nei confronti dell'Arma e del suo ruolo per la sicurezza degli italiani e la vicenda di Piacenza non modifica la mia convinzione. Tuttavia, proprio per l'assenza di pregiudizi, credo che le coraggiose domande poste da Chicco Testa meritino un'accurata risposta.

    Report

    Rispondi

Servizi