cerca

Ero il Dio della vacanza

L’amore dei fan, il successo, il sopracciglio alzato dei critici, il cinema impegnato. La versione di Jerry Calà

17 Maggio 2020 alle 06:00

Ero il Dio della vacanza
“Che ti devo dire”, scherza al telefono Jerry Calà col caratteristico vocione da “doppia libidine”, vocione oggi un po’ roco e malinconico forse causa clausura: “bisognerà inventare un olio solare all’amuchina”. Se ci fosse una task force sull’estate nessuno avrebbe più titoli di lui, che ha fatto più film balneari di chiunque altro, ha cantato l’avvicinamento sociale tra ombrelloni e lettini più di tutti. Sapore di mare, Rimini Rimini, Abbronzatissimi. “E poi Vita smeralda, e soprattutto Professione vacanze”, dice. Perché...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Michele Masneri

Michele Masneri è bresciano e vive prevalentemente sull’alta velocità tra Roma e Milano. Scrive schizofrenicamente di cultura, società e architettura. Come molti italiani ha scritto un romanzo, si intitola "Addio, monti", non c'entra con l'ex premier, ed è edito da minimum fax. Usciranno presto in volume i suoi reportage dalla Silicon Valley, dove è stato inviato per questo giornale.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi