Effetto Veltroni

Andrea Marcenaro

Sogni e risvegli

Ieri. Mattina. Svegliato, stiracchiato, alzato dopo poco, lavato muso, preso il caffè, vestito, aperto il computer, buttato un occhio sui giornali, notato richiamo Repubblica in prima pagina: sogni e popolo, ciò che serve alla sinistra. Parla Walter Veltroni. Deglutito. Vuotata bottiglia dell’acqua, uscito, distributore carburante, riempita di benzina, messo stoppaccio intorno al collo. Incontrato Giuliano Ferrara. Lui: “Letto Veltroni?”. No. “Pensavo peggio”. Rientrato in casa. Svuotata altra bottiglia. Dués molotov ès meglio che one.

Di più su questi argomenti:
  • Andrea Marcenaro
  • E' nato a Genova il 18 luglio 1947. E’ giornalista di Panorama, collabora con Il Foglio. Suo papà era di sinistra, sua mamma di sinistra, suo fratello è di sinistra, sua moglie è di sinistra, suo figlio è di sinistra, sua nuora è di sinistra, i suoi consuoceri sono di sinistra, i cognati tutti di sinistra, di sinistra anche la ex cognata. Qualcosa doveva pur fare. Punta sulla nipotina, per ora in casa gli ripetono di continuo che ha torto. Aggiungono, ogni tanto, che è pure prepotente. Il prepotente desiderava tanto un cane. Ha avuto due gatti.