Il populismo spiegato con TripAdvisor

Giotto è “scolastico”, Van Gogh “sopravvalutato” e Auschwitz “mediocre”. Andrea Minuz racconta come il mito dell'o-ne-stà ha trasformato i narcisisti ignoranti in recensori compulsivi convinti che il loro giudizio valga più di quello degli esperti 

Loading the player...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi