Un incontro in Uk collega i puntini tra Catalogna, Assange e Russia

Le foto del faccia a faccia tra il fondatore di Wikileaks e Oriol Soler, stratega dell’indipendentismo vicino a Erc, non provano niente, ma aggiungono sospetti alla gran mole di prove sulla strategia russa di destabilizzazione dell’ordine europeo

Un incontro in Uk collega i puntini tra Catalogna, Assange e Russia

Julian Assange (foto LaPresse)

Roma. Di solito Julian Assange si occupa delle grandi cause. A giudicare dal suo profilo Twitter, il fondatore di Wikileaks rinchiuso nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra per sfuggire alla giustizia tratta dell’America, dell’amata Russia, del Venezuela. Grandi paesi e grandi rivolgimenti internazionali, con poche eccezioni, come la Catalogna. Dallo scorso agosto, Assange ha twittato quasi tutti i giorni sul movimento secessionista catalano, esprimendo con tweet virali sdegno per la “violenza” e la “repressione” che il governo spagnolo usa per distruggere le...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi