Noi, la Libia, l'Europa

La solidarietà sui migranti forse ora è un po’ meno retorica

Noi, la Libia, l'Europa

Palazzo Chigi. Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni incontra il Primo ministro libico Fayez al Serraj (foto LaPresse)

Il premier libico Fayez al Serraj ha chiesto all’Italia il sostegno con unità navali per contrastare il “traffico di esseri umani” nelle acque libiche: il ministero della Difesa e poi il Parlamento valuteranno la richiesta assieme alle autorità libiche, e se la risposta sarà positiva, “come credo necessario”, ha detto il premier italiano Paolo Gentiloni, si introdurrà un elemento di efficacia in più in una delle battaglie più importanti per l’Italia e per l’Europa. Ecco, l’Europa: dopo molte dichiarazioni di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi