cerca

Come si farà a vedere la Serie A con Dazn?

Sette partite ogni giornata su Sky e tre sulla nuova emittente. Per vederle tutte sarà necessario un doppio abbonamento

8 Agosto 2018 alle 17:04

Dazn sbarcherà in Serie A a partire dalla prossima stagione

La squadra di Dazn (Foto LaPresse)

Da questa stagione, i diritti delle partite di Serie A saranno divisi tra due operatori, Sky e Dazn. Quest'ultimo appartiene a Perform Group, una multinazionale inglese che si occupa di media sportivi e trasmette i suoi contenuti in streaming. Dazn è stato soprannominato “il Netflix dello Sport” e già trasmetteva la Serie A all'estero (in Austria, Svizzera e Giappone). Il direttore di Dazn Italia sarà Marco Foroni, ex capo di Fox Sports, che ha già arruolato una pattuglia di giornalisti e opinionisti tra i quali Pierluigi Pardo, Francesco Guidolin, Giulia Mizzoni e Roberto Cravero. La conduttrice di punta della nuova emittente sarà Diletta Leotta, ex Sky, mentre vecchie bandiere come Paolo Maldini, Luis Figo e Andrij Šhevčhenko sono stati ingaggiati come testimonial.

  

Sky avrà sette partite su dieci in esclusiva ogni giornata (il 70 per cento di tutto il campionato), mentre Dazn ne avrà tre (la gara del sabato alle 20:30 e la domenica alle 12:30 e alle 15:00). Dunque, per guardare tutte le partite saranno necessari due abbonamenti. Abbonarsi a Dazn costa 9,99 euro al mese, e il primo mese è gratuito. L’abbonamento si può sospendere in ogni momento — mettendolo in pausa per poi riutilizzarlo in futuro — oppure si può cancellare senza alcun preavviso. Sono previsti degli sconti su Dazn per chi è già abbonato a Sky o a Mediaset. Sky metterà a disposizione a partire da metà agosto dei ticket a prezzi agevolati sul sito e nei punti vendita per vedere le partite su Dazn. Da settembre si potranno acquistare anche via sms. Il cliente riceverà un codice promozionale che dovrà inserire sul sito della piattaforma streaming al momento dell’iscrizione o successivamente.

 

Ci sono tre tipi di ticket per i clienti Sky:

  

Abbonamento da un mese: costa 7,99 euro, con uno sconto di due euro e ne hanno diritto solo i clienti Sky da più di un anno.
- Da tre mesi: costa 21,99 euro, con uno sconto di circa 8 euro (il 25 per cento) e ne ha diritto ogni cliente Sky.
- Da 9 mesi: costa 59,99 euro, con uno sconto di circa 30 euro (il 30 per cento) e ne ha diritto ogni cliente Sky.
- Chi ha Sky Q potrà vedere Dazn direttamente con lo stesso dispositivo, che integra l’app di Dazn.

 

Mediaset Premium ha siglato un accordo con Dazn, per cui trasmetterà tre partite ogni weekend: il sabato alle 20.30, la domenica alle 12.30 e alle 15.00. Sarà visibile anche tutta la serie B (non sono però disponibili sul digitale terrestre ma solo in streaming). Infine, Dazn è una piattaforma online quindi tutti i contenuti saranno disponibili su smartphone e tablet. Per vedere le partite trasmesse da Dazn anche sul televisore bisogna avere una Smart Tv. Altrimenti bisogna avere Chromecast o l'Amazon Fire tv. Anche le console per i videogiochi sono compatibili, tra cui Xbox e PlayStation mentre Sky Q integrerà anche l’app di Dazn.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    10 Agosto 2018 - 08:08

    Chi ha stabilito queste modalità per l’assegnazione delle dirette Tv ha semplicemente creato fastidi e danni economici a milioni di tifosi. Chi l’ha consentito dovrebbe essere mandato se non in galera almeno in esilio, laddove e’ coluii Che in primo luogo dovrebbe tutelare gli interessi del popolo dei cittadini utenti e contribuenti. Per mercato libero e competitivo altrove si intende quello che in primo luogo assicura agli utenti servizi facili da fruire al prezzo più basso. Le finalità dell’antitrust mi pare siano queste per legge. Legittimare il caos con aggravio di costi per i fruitori mi pare semplicemente scandaloso.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni Attinà

    09 Agosto 2018 - 23:11

    Ma quando si decide la gente a boicottare le pay tv e soprattutto lo sport calcio, diventato un lusso per i tifosi o appassionati?

    Report

    Rispondi

Servizi