Quando il portiere vecchio fa buon brodo e le astinenze di Immobile. Il sabato nel pallone

Da Pescara-Chievo a Lazio-Udinese, dai ritorni di fiamma tra Stefano Sorrentino e Verona, alle Playstation abusate. Tutto quello che forse non sapete degli anticipi della settima giornata di campionato.
Quando il portiere vecchio fa buon brodo e le astinenze di Immobile. Il sabato nel pallone

L'allenatore della Lazio Simone Inzaghi (foto LaPresse)

PESCARA-CHIEVO

(sabato ore 18, arbitro Manganiello di Pinerolo)

 

Tre anni fa, a gennaio, Sorrentino se ne era andato dal Chievo per contrasti con parte della società. Un addio (polemico) dopo quattro campionati e mezzo da leader, in direzione Palermo. Fatti vari esperimenti, il suo posto era stato preso alla fine, con successo, da Bizzarri, stagionato argentino ritenuto sul viale del tramonto. Quest'estate il ritorno di fiamma reciproco tra Sorrentino e il Chievo, più forte anche dei mugugni dei tifosi, pochi ma dalla memoria lunga. Bizzarri diventa uno di troppo e va a Pescara. Trentotto anni lui, trentasette anni il veronese: per entrambi il dovere di far soffrire il meno possibile le proprie squadre.

 

 

UDINESE-LAZIO

(sabato ore 20.45, arbitro Russo di Nola)

 

In settimana è diventato virale (si dice così, no?) il video in cui Jessica Immobile cerca di attirare invano l'attenzione del marito Ciro, impegnato a giocare con la Play. Lo stesso deve fare anche Simone Inzaghi, magari con maggiore successo, visto che il suo centravanti viaggia al ritmo di due gol in sei partite. Udine potrebbe essere la volta buona poiché, nel ciclo di Immobile, a ogni rete sono seguite due giornate di astinenza. Oggi sarebbe quindi la giornata giusta, almeno così si augurano in casa Lazio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi